Palazzo San Gervasio, Terminati primi lavori nel Centro per il rimpatrio

E’ stata completata l’esecuzione del primo lotto dei lavori di adeguamento del Centro di permanenza per il rimpatrio di Palazzo San Gervasio, fortemente voluti dalla Prefettura di Potenza sia per migliorare le condizioni di sicurezza della struttura sia per eliminare situazioni di disagio dei trattenuti, peraltro più volte evidenziate dalle associazioni umanitarie.

In particolare, sono stati completamente ristrutturati i moduli abitativi fra l’altro con i seguenti interventi:

  1. sostituzione di sanitari e rubinetterie nonché degli infissi interni ed esterni con elementi antivandalo;

  2. rifacimento delle guaine di impermeabilizzazione;

  3. adeguamento impiantistico;

  4. inserimento di arredi interni ed esterni, fissi e mobili.

Sono state realizzate efficaci opere e misure di sicurezza passiva, oltre ad una nuova struttura ricreativa polifunzionale per attività sportive all’aperto.

Inoltre, Invitalia ha già avviato le procedure per la realizzazione del più corposo secondo lotto dei lavori che prevede numerosi ulteriori interventi, tra cui la pavimentazione del centro, la realizzazione dell’ “edificio mensa e luoghi di culto” e della nuova “palazzina uffici”.