Calcio, Serie C. Potenza, pareggio contro il Palermo

L’anticipo del sabato a pranzo tra Potenza e Palermo consegna uno scialbo pareggio a reti bianche che premia di più il muro difensivo di casa rispetto ai tentativi ospiti.

Sotto il sole del Viviani scocca il 5′ minuto, quando un lancio dalla mediana diventa la prima occasionissima in area rossoblù: Valente raccoglie un lancio dalle retrovie e sul secondo palo indirizza in mezzo per Lucca, la palla è deviata da Sepe e fortunatamente Marcone la fa sua. Non è un buon avvio per i lucani, dopo pochi secondi arriva infatti una nuova chance dei rosanero: questa volta Valente sceglie la soluzione personale e tenta una conclusione flebile che non crea problemi a Marcone. Capuano, squalificato, urla dagli spalti e si affida alle indicazioni del secondo Volini in panchina. Di contro il Palermo di Boscaglia può contare sulla qualità in avanti. Ancora una volta, Valente si dimostra spina nel fianco per il duo difensivo Gigli-Conson: al 20′ la staffilata a colpo sicuro del classe 91′ trova attento Marcone che si conferma in stato di grazia con un intervento strepitoso. Bisogna attendere il 26′ per vedere il Potenza in attacco e capita con atterramento dubbio in area di Ricci: il numero 10, servito da Di Livio, finisce sul sintetico dopo con un contatto sospetto di Palazzi ma per l’arbitro Carrione è tutto regolare. Sul finire di tempo, due occasionissime: Ricci si procura lo spazio per un bolide dai 40 metri ma il portiere Pelagotti chiude la saracinesca e poi è Gigli ad inzuccare con mira di poco alta.

La ripresa è preda del nervosismo. Siciliani pericolosissimi al 55′, quando capitan Crivello trova la testa di Valente con mira a fil di palo, al 73′ è poi il neoentrato Rauti a sparare alto. Il Potenza si chiude e tenta di ripartire ma davvero manca il brio. Un punto sudato e testa rivolta al prossimo impegno, mercoledì 3 febbraio per la trasferta a Caserta.