Sempre meno tamponi in Basilicata, Summa (Cgil): “Si assuma personale per il tracciamento”

“Il numero dei tamponi in Basilicata si è ridotto in modo significativo. Occorre in questa fase in cui la curva pandemica è ancora alta aumentare in modo esponenziale il numero dei tamponi e il tracciamento. Il rischio è quello di avere un numero di contagi sottostimato e che potrebbe nelle prossime settimane determinare un aumento dei contagi”.
Lo dichiara il segretario generale della Cgil Basilicata, Angelo Summa. “Oltre al piano vaccinale, che è di grande importanza – continua Summa –  bisogna continuare celermente a vaccinare tutti gli ospiti delle Rsa e gli operatori e gli ultra 80enni e non abbassare l’attenzione sul tracciamento. Dal 1 febbraio torneranno in presenza anche gli studenti degli istituti superiori. Ci aspettiamo quindi, che vengano raccolti dati sull’effettiva trasmissione del virus nelle scuole, dati che fino ad oggi non sono stati raccolti, che si aggiornino i protocolli di sicurezza e si potenzino gli strumenti di protezione individuale, stabilendo una corsia preferenziale per docenti e alunni nella campagna vaccinale. È  necessario istituire un presidio sanitario in ogni scuola con l’individuazione dell’operatore sanitario Covid e, parallelamente, stabilire sistemi efficaci e rapidi di tracciamento scolastico e campagne di screening periodico con test rapidi di ultima generazione.
Da tempo chiediamo personale specifico da dedicare esclusivamente al tracciamento. È inammissibile – conclude Summa – avere le stesse squadre che si occupino sia della campagna vaccinale, sia degli screening eccezionali che delle ormai giornaliere attività di routine legate al Covid. A questo punto della pandemia è inaccettabile. La Regione intervenga con urgenza chiamando a responsabilità tutte le aziende sanitarie locali”.