Siamo in carenza di personale, parlano gli infermieri di Matera

Siamo in carenza di personale. Lo dicono senza troppi giri di parole dal consiglio direttivo dell’ordine delle professioni infermieristiche di Matera.

All’ospedale Madonna delle Grazie, ogni infermiere arriva a seguire contemporaneamente anche quattro pazienti. Succede sia nel reparto di rianimazione covid, che in quello non covid.

A poco serve, spiegano in una nota stampa, dirottare qui colleghi provenienti da altri reparti, poiché occorrono specializzazioni in ambito emergenziale.

Il timore, ora, è legato, in prospettiva, a quello che potrà accadere con l’annunciato aumento dei posti letto aprendo l’ospedale da campo donato dal Qatar. A cosa serve, si chiedono, se non si ha personale a disposizione? A peggiorare l’assistenza già precaria?

Avremmo gradito, scrivono rivolgendosi alla regione Basilicata, un maggiore coinvolgimento nel processo di calcolo delle unità necessarie nelle strutture. Infine una sottolineatura sulla figura dell’infermiere di famiglia.

Se questa figura fosse stata istituita così come nelle intenzioni, innanzitutto avrebbe assicurato una dimunzione dei ricoveri, poi avrebbe consentito di gestire agevolmente altre patologie come quelle oncologiche e croniche che oggi inevitabilmente non stanno avendo adeguata assistenza proprio perché mancano le risorse.