Coronavirus, Puglia: la Regione va verso la zona rossa

 

Per la Puglia si prospettano restrizioni più dure, con un passaggio in zona rossa. Alla luce degli ultimi dati sull’epidemia, la regione potrebbe essere la settima in Italia inserita nella fascia a rischio più alto per quanto riguarda il contagio da Covid. Da arancione potrebbe dunque scurirsi, omologandosi a quanto già accade in Valle D’Aosta, Piemonte, Lombardia, Toscana, Calabria e provincia di Bolzano. Il problema maggiore, come più volte rimarcato da istituzioni locali, medici e infermieri, resta la pressione sul sistema sanitario che, se la corsa del virus non rallentasse a breve, potrebbe collassare. Per la conferma del passaggio della Puglia in zona rossa bisognerà attendere l’analisi dei dati da parte del ministero della Salute, sulla base di quei 21 parametri che decretano l’appartenenza a una determinata zona di rischio. E mentre si attende, gli ospedali si riempiono e i morti aumentano. Parole di dolore arrivano da Angelo Annese, sindaco di Monopoli, in provincia di Bari. Il primo cittadino annuncia in un post su facebook la decima vittima in pochi giorni tra gli anziani della Rssa Regina Pacis, dove è stato accertato un focolaio di 61 casi positivi al coronavirus. “Si sta consumando davvero una tragedia davanti ai nostri occhi” – scrive Annese. Una tragedia che poi si completa negli ospedali, dice. “Pronto soccorso stracolmi, terapie intensive senza più disponibilità, pazienti in attesa di essere trasferiti”. “Non ho mai voluto fare terrorismo psicologico – spiega il sindaco – ma la situazione è davvero grave”. “Lottiamo insieme – conclude – perché dopo questo temporale voglio pensare che ci sia il sereno”.