Matera, il sindaco: “Preoccupati ma non ansiosi. Decisioni sulla base dei dati”

“Matera, prima città di contagi. La situazione preoccupante, ma non dobbiamo farci prendere dall’ansia e da un’onda emotiva. Basiamoci sui numeri e sulle conseguenze delle nostre scelte.”

Così il sindaco di Matera, Bennardi, in una diretta serale su Facebook.

“Come enti locali dobbiamo sentirci tutti responsabili, mi rivolgo in particolare alla Regione: il mio auspicio è che si possano potenziare i tamponi, mettere gli ospedali nelle condizioni per gestire l’emergenza, garantire i posti letto nelle Terapie intensive, potenziare le Usca, garantire la disponibilità dei vaccini antinfluenzali che sono carenti. La Regione si preoccupi poi anche dei casi non covid. Il Comune farà la sua parte. da martedì ci saranno restrizioni negli uffici comunali. Si potrà prenotare le visite.

La mia preoccupazione sulla scuola è primaria in questo momento. Stiamo facendo un ragionamento ponderato, basato sui numeri reali. I numeri ci dicono che i focolai si alimentano soprattutto in ambito domestico e lavorativo. Ma nei prossimi giorni valuterò la chiusura, di concerto con i dirigenti e sulla base dei numeri.

Abbiamo individuato delle risorse per i tamponi rapidi per il mondo scolastico. possiamo provvedere anche a favorire il distanziamenti a scuola e nei trasporti”.