Calcio a 5: Il CMB Matera pareggia 2 a 2 a Pesaro contro l’Italservice

Finisce 2 a 2 l’anticipo dell’ottava giornata del campionato di Serie A di Calcio a 5 tra Italservice Pesaro e Signor Prestito CMB Matera.

Al rinnovato Pala Nino Pizza di Pesaro è subito partita vera. Le due squadre scendono in campo con l’intenzione di fare la partita e si gettano subito a capofitto all’attacco.

Sono i lucani a farsi pericolosi per primi con il palo colpito nelle primissime battute da Galliani. Passa poco più di un minuto ed è il CMB a passare in vantaggio con un destro di capitan Cesaroni che si insacca nell’angolino basso.

L’Italservice però non ci sta, la reazione dei marchigiani è furiosa e dopo il palo con il bel tiro dalla media distanza di De Oliveira, è il portiere Miarelli, al sesto minuto, a pareggiare i conti. Dopo un’uscita dalla porta di Weber che aveva creato un’occasione pericolosa per il CMB, il precisissimo tiro di Miarelli da porta a porta trova fortuna infilandosi tra la traversa e l’ultimo difensore materano in copertura.

È una partita divertentissima quella in scena a Pesaro con le due squadre che riescono ad arrivare alla conclusione con facilità. A 0.2 secondi dalla fine, però, in mischia davanti alla porta dell’Italservice il tocco sfortunato di Canàl porta ancora in vantaggio il CMB con le squadre che tornano negli spogliatoi sull’1 a 2.

Tante le proteste dalla panchina del Pesaro che contesta la validità del gol realizzato, secondo loro, dopo la sirena.

Il secondo tempo si apre così come si era concluso il primo, grande pressione dell’Italservice sul CMB che nei primi minuti subisce la tecnica dei marchigiani che vanno vicini al gol con Marcelinho che colpisce il palo da posizione defilata quasi a metà del secondo tempo. È lo stesso Marcelinho però, poco dopo, al 13’esimo, che riesce a chiudere un bellissimo triangolo profondo con l’aiuto di Taborda siglando il momentaneo 2 a 2.

Il copione però non cambia, l’Italservice attacca e il CMB prova a ripartire affidandosi soprattutto all’ispirazione di Well davanti. A 3’ dalla fine mister Nitti gioca la carta ‘portiere di movimento’ inserendo Bisjak, ma né il CMB riesce a trovare la porta né l’Italservice a sfruttare la mancanza di Weber tra i pali.

A pochi secondi dalla fine, con il CMB che aveva raggiunto quota 5 falli già da 5 minuti, un contatto sospetto davanti alla panchina marchigiana non segnalato dall’arbitro, scatena ancora una volta le accese proteste dei pesaresi. Finale a nervi tesi che però sancisce il definitivo 2 a 2 con cui le squadre lasciano il terreno di gioco.

Dopo 5 partite giocate dalle due squadre, le uniche a causa dei tanti rinvii causati dal covid-19, Italservice e CMB rimangono momentaneamente al secondo posto appaiate a quota 8 punti. Prossimo appuntamento per i biancoazzurri, il 14 novembre alla tensostruttura di Via dei Sanniti dove li attende un’altra partita difficile contro il Came Dossòn.