Vicenda museo multimediale. Rinviato a giudizio sindaco Vietri di Potenza

Si dice sicuro nel dimostrare la verità dei fatti il sindaco di Vietri di Potenza, Christian Giordano, rinviato a giudizio dal gup presso il Tribunale del capoluogo lucano, Ida Iura, per una ipotesi di falso e tentata truffa. Il merito guarda alla candidatura comunale per un finanziamento da 450 mila euro diretta alla realizzazione di un museo multimediale nel vecchio municipio, abbandonato da oltre 10 anni e d’interesse culturale. Ad accusarlo il consigliere d’opposizione Giovanni D’Andraia.

Giordano dovrà rispondere anche ad un’altra accusa mossa sempre dalla stessa fonte: “usurpazione di funzioni pubbliche” per aver istituito un ufficio staff con tre unità esterne all’amministrazione e tutt’ora impiegate all’interno. “Sono a titolo gratuito” – la risposta del primo cittadino vietrese, il quale aveva già ottenuto il non luogo a procedere sull’accusa di abuso d’ufficio da parte del gup Lucio Setola. Resta prendente la presunta attribuzione abusiva dell’incarico.