Bari, droni e satelliti per monitorare la città

 

Droni e satelliti per monitorare il territorio urbano: il comune di Bari l’Enac e il distretto tecnologico pugliese hanno sottoscritto un accordo di collaborazione per la realizzazione del Drone living lab. Il punto di partenza è il progetto Sapere- Servizi aerospaziali per le aree metropolitane, il cui obiettivo è la progettazione di servizi operativi, erogati da una piattaforma a supporto dell’Urban Control Center, basati sull’osservazione della terra con l’ausilio dei satelliti Sentinel, i cui dati saranno elaborati dalla piattaforma Rheticus e su rilievi ad alta risoluzione con sistemi pilotati da remoto. Per garantirne la sicurezza in volo è necessario un sistema di gestione del traffico, denominato UTM (Unmanned Trafic Management). Le attività relative all’elaborazione di regolamenti da utilizzare nello spazio aereo verranno svolte presso l’aeroporto di Grottaglie, in collegamento con il Drone living lab del Comune di Bari. “Bari si propone come città di riferimento per sperimentazioni innovative di smart logistics nell’ambito dell’Urban Air Mobility e dei veicoli elettrici autonomi” commenta il vicesindaco e assessore alla trasformazione digitale Eugenio Di Sciascio.