Matera: il nuovo capo di gabinetto è il barese Piergiuseppe Otranto

45 anni, docente di diritto amministrativo presso l’Università degli Studi di Bari, Il barese Piergiuseppe Otranto sarà il nuovo capo di gabinetto del Comune di Matera. Il professore, che ieri in mattinata si è presentato al palazzo del Comune di Matera per incontrare il sindaco Domenico Bennardi, è un professionista in quota Movimento 5 Stelle ed era stato segnalato dal Ministro degli Esteri Luigi Di Maio in occasione della sua ultima visita a Matera insieme ai vertici del Movimento. La nomina del prof. Otranto, che vanta un curriculum di tutto rispetto, sarà ufficializzata nei prossimi giorni.

Immediatamente, però, è arrivata la reazione di Matera Civica, lista che alle ultime elezioni supportava il candidato sindaco Pasquale Doria.”Senza voler tirare fuori soliti campanilismi ma esclusivamente per valorizzare, una volta per tutte, eventuali nostre ricchezze umane e professionali  – si legge in una nota alla stampa di Matera Civica – come può essere che tra 61 mila abitanti  non vi sia qualche ‘aborigeno’ materano che possa ricoprire questo ruolo?”

Di seguito il Curriculum di Piergiorgio Otranto

Piergiorgio Otranto è nato a Bari l’8 febbraio 1975.
Dall’aprile 2016 è ricercatore a tempo determinato (tipo b) di Diritto amministrativo presso l’Università degli Studi di Bari – Dipartimento di Scienze politiche e titolare del relativo insegnamento e dell’insegnamento di Gestione delle pubbliche amministrazioni.
In data 5 novembre 1997 ha conseguito, presso l’Ateneo barese, la laurea in giurisprudenza con voto 110/110 e conferimento della lode.
Nell’anno accademico 1998/99 ha frequentato presso l’università di Bari un corso di perfezionamento post lauream in Diritto privato europeo discutendo una tesi dal titolo La circolazione dei beni culturali, fra cooperazione comunitaria, Mercato unico e tutela dei patrimoni nazionali.
Dal 1999, partendo dagli studi sui beni culturali, si è accostato ai temi del Diritto amministrativo.
Ha conseguito il dottorato di ricerca in Diritto pubblico dell’economia (XV ciclo), discutendo una tesi dal titolo Profili giuspubblicistici e competenze amministrative nella disciplina della rete internet. I nomi di dominio. Il commercio elettronico.
Sin dal 2001 ha collaborato attivamente con la cattedra di Diritto amministrativo presso la Facoltà di Economia dell’Università degli Studi di Bari (prof. Vincenzo Caputi Jambrenghi) e, successivamente, con le cattedre di Diritto amministrativo e di Diritto urbanistico della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Bari (professoressa Annamaria Angiuli).
È stato cultore della materia per gli insegnamenti di Diritto amministrativo dei media della Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi di Bari, di Legislazione delle opere pubbliche e dell’edilizia del Politecnico di Bari; di Legislazione dei beni culturali della Facoltà di Lettere dell’Università degli Studi di Bari.
Dal 2004 svolge attività didattica integrativa per l’insegnamento di Diritto amministrativo presso la Scuola di specializzazione per le professioni legali dell’Università degli Studi di Bari.
Negli anni ha continuato il percorso di formazione conseguendo il master in Diritto fallimentare (2001); Diritto delle tecnologie informatiche (2002); Diritto urbanistico (2006).
Dal 16.11.2005 al 15.11.2007 e dal 02.02.2010 al 01.02.2012 è stato titolare, all’esito di selezione pubblica, di un contratto per la collaborazione ad attività di ricerca scientifica (c.d. “Assegno di ricerca”) sul tema Nuovi saggi sul governo del territorio.
Per gli a.a. 2016/17 2 2017/18 è stato titolare dell’insegnamento di Diritto amministrativo presso la Scuola di Medicina (Scuola di specializzazione in Igiene e medicina del lavoro e Corso di laurea in Scienze infermieristiche ed ostetriche) dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro.
Per gli a.a. 2011/12-2012/13 e 2013/14 è stato titolare dell’insegnamento di Diritto amministrativo: i beni culturali (settore IUS 10) presso la Facoltà di Lettere dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro.
Da gennaio a settembre 2008, ha collaborato (in forza di un contratto di consulenza esterna ad alto contenuto di professionalità) con il Comune di Bari nella qualità di “giurista esperto in Diritto amministrativo e governance metropolitana” per la redazione del Piano strategico della Metropoli terra di Bari.
Ha collaborato a numerosi progetti di ricerca di Ateneo sui temi del diritto d’accesso (2001), della responsabilità della pubblica Amministrazione (2006) e dei beni culturali (2009-2010).
Dal 2011 ha promosso e coordina un gruppo internazionale di ricerca congiunto composto da docenti dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro e dell’Università di
Concepción del Uruguay (Argentina) sul tema Tutela giuridica dell’ambiente e governo del territorio.
Dal 2012 è responsabile per l’Italia delle attività di studio dell’ Academia de intercambio y estudios judiciales, ente che si occupa della formazione dei magistrati dell’America del Nord e del Sud.
Nell’ambito di tale attività ha presieduto il comitato scientifico del primo (2012) e del secondo (2016) Convegno internazionale Dialogos italo-americanos sobre aspectos modernos de la litigación, indetti a Bari.
È stato direttore delle Summer School internazionali organizzate dall’Università degli Studi di Bari – Dipartimento di Scienze politiche, sul tema Funzione promozionale del diritto e sistema di tutela multilivello (3-7 ottobre 2016) e sul tema Diritti fondamentali, poteri pubblici, fiscalità nelle politiche di coesione (9-13 ottobre 2017; 8-13 ottobre 2018).
Docente in Italia ed all’estero in master e corsi di perfezionamento. Tra il 2001 ed il 2007 è stato docente di Diritto degli enti locali nella Scuola superiore della pubblica amministrazione locale (S.S.P.A.L.) diretta dal prof. Vincenzo Caputi Jambrenghi.
È stato relatore a congressi e convegni nazionali e internazionali tra i quali:
– 24 novembre 2017, Bari, Convegno nazionale su Le innovazioni digitali. Nuovi strumenti processuali, etica e globalizzazione, relazione sul tema Digitalizzazione e pubbliche amministrazioni;
– 6 ottobre 2017, Bergamo, Convegno nazionale dell’Associazione italiana dei professori di diritto amministrativo su Decisione amministrativa e processi deliberativi, relazione sul tema Decisione amministrativa e digitalizzazione della p.A.;
– 30 settembre 2017, Udine, XX Convegno nazionale Associazione italiana di diritto urbanistico, relazione sul tema Configurazione e limiti della perequazione nella giurisprudenza amministrativa;
– 1 luglio 2017, Montepaone Lido (CZ), XXII Convegno nazionale, intervento su Accesso ad internet ed amministrazione di prestazione;
– 5 ottobre 2016, Bari, Summer school internazionale su Funzione promozionale del diritto e sistemi di tutela multilivello, relazione sul tema Amministrazione e accesso a internet nel sistema multilivello;
– 30 settembre 2016, Bari-Matera, XIX Convegno nazionale Associazione italiana di diritto urbanistico, relazione sul tema Rigenerazione delle aree degradate e patrimonio culturale;
– relazione
– 14 settembre 2016, Washington D.C. (USA), Academia de intercambio y estudios judiciales, Convegno internazionale su La evidencia en los procesos judiciales complejos, relazione sul tema L’organizzazione dell’amministrazione pubblica e la lotta alla corruzione;
– 19 agosto 2016, Universidad Catolica Argentina, Parana (RA), Catedra di Derecho administrativo, relazione sul tema La relacion Libertad-Autoridad frente al juez administrativo y el dialogo entre Cortes;
– 18 agosto 2016, Concepcion del Uruguay (RA), Asociación de Magistrados y Funcionarios del Poder Judicial de la Provincia de Entre Rios, Convegno internazionale su Gestion y trasparencia en el Estado, relazione sul tema Riforme dell’organizzazione amministrativa e lotta alla corruzione;
– 17 agosto 2016, Buenos Aires (RA), Consejo de la Magistratura de la Ciudad
Autónoma de Buenos Aires, convegno internazionale Acceso a la información (libertad, privacidad, transparencia), relazione sul tema Internet ed organizzazione amministrativa nell’ordinamento italiano;
– 18 giugno 2015, Università degli Studi Roma Tre – Dipartimento di Giurisprudenza, incontro preliminare dell’Associazione italiana dei professori di Diritto amministrativo
su Riflessioni a margine del potere di ordinanza, relazione sul tema Principio di precauzione e potere sindacale di ordinanza;
– 21 dicembre 2012, Università di Concepción del Uruguay (RA), convegno Asuntos legales en materia de energias renovables, relazione sul tema Insediamenti per le energie rinnovabili e tutela del paesaggio: prospettive di pianificazione strategica;
– 5-9 Novembre 2012, Bari, Convegno internazionale Dialogos italo-americanos sobre aspectos modernos de la litigacion (indetto dall’Academia de intercambio y estudios judiciales), relazione sul tema La riscrittura del rapporto libertà-autorità nel dialogo tra le Corti (9 novembre 2012);
– 16-19 ottobre 2012, Atlanta (USA), Convegno internazionale Perspectivas comparadas en asuntos legales globales (indetto da Am Cham Argentina – Academia de intercambio y estudios judiciales), relazione sul tema Competenze e funzioni nella disciplina giuridica del governo del territorio (18 ottobre 2012);
– 16 maggio 2008, Università degli Studi di Cagliari, Convegno La centralità del procedimento nelle innovazioni della p.A., intervento sul tema Verso il procedimento amministrativo elettronico: note minime sull’effettività a margine della legge spagnola n. 11 del 2007 «de acceso electrónico de los ciudadanos a los servicios publicos»;
– 25-26 gennaio 2002, Università degli Studi di Bari, Convegno su Responsabilità da atti e comportamenti della p.A. nell’ordinamento italiano e nel diritto comunitario, intervento sul tema Responsabilità della p.A. nella gestione del sistema dei nomi di dominio di internet;
– 5 luglio 2002, Catania, Convegno nazionale di Diritto amministrativo elettronico, intervento sul tema Natura, poteri e funzioni della Registration Authority e della Naming Authority nel dominio .it.

È autore di numerosi articoli e saggi:
1. nota a Corte di Cassazione, sez. II Civile, 28 aprile 1999, n. 4266, in Giurisprudenza italiana, 2000 (pp. 1190-1191).
2. La circolazione dei beni culturali nel testo unico del 1999, fra mercato unico, cooperazione comunitaria e protezione del patrimonio nazionale, in A Jannarelli – G. Piepoli – N. Scannicchio (a cura di), Quaderni di Diritto privato europeo, Bari, 2000, (pp. 169-212);
3. Profili giuspubblicistici e competenze amministrative nella disciplina della rete Internet. I nomi di dominio. Il commercio elettronico, Tesi di dottorato di ricerca in Diritto pubblico dell’economia (2003);
4. Articoli 65-87 e 164-166, in A. Angiuli – V. Caputi Jambrenghi (a cura di), Commentario al codice dei beni culturali e del paesaggio, Torino, 2005 (pp. 191-245 e 420-424);
5. Posizioni giuridiche subiettive degli utenti di internet e profili di responsabilità della
p.a. La gestione del dominio di primo livello “.it”, Bari, 2005;
6. Decorso del tempo e tutela dalla sanzione urbanistica: il Consiglio di Stato arricchisce la casistica, in Rivista giuridica dell’edilizia, 2007, fasc. 2, pp. 592 – 602;
7. Verso il procedimento amministrativo elettronico: Italia e Spagna a confronto, in Diritto dell’informazione e dell’informatica, 2008, fasc. 4-5, pp. 573-583;
8. Esperti regionali, (in)giusto procedimento di selezione e carenza di interesse a ricorrere: per il T.A.R. della Puglia non devono esser bravi ma solo… “disponibili”., nota a T.A.R. Puglia – Bari, sez. II, 2 aprile 2009, n. 792, in www.giustamm.it, n. 9
(settembre 2009);
9. Note minime sulla riscrittura del rapporto libertà-autorità nel dialogo tra le Corti, in Rivista italiana di diritto pubblico comunitario, 2013, fasc. 3-4, pp. 719-747. (il saggio, parzialmente modificato ed integrato in alcune parti dal prof. Federico Josè Lacava, è stato altresì pubblicato in lingua spagnola: Notas minimas sobre la revisión de la relación libertad-autoridad en el dialogo entre las Cortes de Derechos Humanos, in
Revista de derecho administrativo, Editorial Abeledo Perrot – Argentina, 2015, pp. 147171, AP/DOC/1710/2014);
10. Regolazione del consumo di suolo e rigenerazione urbana, in www.giustamm.it, n. 4
(aprile 2015);
11. Principio di precauzione e potere sindacale di ordinanza, in www.giustamm.it (novembre 2015);
12. La neutralità della rete internet: diritti fondamentali, interessi pubblici e poteri amministrativi, in F.J. Lacava, P. Otranto, A.F. Uricchio (a cura di), Funzione promozionale del diritto e sistemi di tutela multilivello, Bari, 2017.
13. Rigenerazione delle aree degradate e patrimonio culturale, in Diritto e processo amministrativo, 2017, 1870 – 1917, nonché in P. Stella Richter (a cura di), Governo del Territorio e patrimonio culturale. Studi dal XIX Convegno nazionale AIDU, Milano, 2017, 91-136;
14. Decisione amministrativa digitalizzazione della p.A., in Federalismi, 2018;
15. Note in tema di configurazione e limiti della perequazione nella giurisprudenza amministrativa, in P. Stella Richter (a cura di), La perequazione delle disuguaglianze:
tra paesaggi e centri storici. Studi dal XX Convegno nazionale AIDU, Milano, 2018.
È autore delle monografie:
1. Internet nell’organizzazione amministrativa. Reti di libertà, Bari, 2015;
2. Silenzio e interesse pubblico nell’attività amministrativa, Bari, 2018.