Arospazio, prestigioso incarico per il vicepresidente De Biasio eletto nell’organo di governo del Cluster nazionale

La Basilicata entra a far parte dell’organo di governo del Cluster tecnologico nazionale Aerospazio, uno dei dodici enti istituzionali del Miur deputati a creare e rafforzare partenariati di industria e ricerca in settori strategici per lo sviluppo del Paese, interlocutore del Governo nella definizione della strategia da disegnare nel Piano Nazionale della Ricerca.
A rappresentarla sarà Salvatore De Biasio, vicepresidente di Confindustria Basilicata con delega alla Ricerca, innovazione e internazionalizzazione e presidente del Cluster lucano Aerospazio che è stato eletto questo pomeriggio tra i nove componenti dell’organo che dirige il CTNA.

“L’elezione di De Biasio – ha commentato il presidente di Confindustria Basilicata, Francesco Somma – è una importante notizia non solo per Confindustria ma per tutta la Basilicata. Il settore aerospaziale rappresenta un asset strategico di sviluppo della nostra regione e ora potrà esprimere ampia e qualificata rappresentanza in seno all’associazione di riferimento di tutti i soggetti che operano a livello nazionale in tale ambito. Le specifiche competenze del nostro vicepresidente, che nel settore vanta una prestigiosa e solida esperienza professionale e di vita associativa, saranno garanzia di un forte raccordo tra le attività del CTNA e il territorio”.
Il Cluster aggrega tutti gli attori principali del sistema aerospaziale nazionale: grandi players industriali, medie-piccole aziende, Agenzia spaziale italiana, CNR, associazioni industriali, mondo accademico e istituzioni governative. Rappresenta il punto di sintesi e convergenza di bisogni e priorità dei diversi portatori di interesse del sistema nazionale e attraverso le sue attività  persegue obiettivi strategici di alto livello: la valorizzazione delle eccellenze tecnologiche nazionali, il potenziamento del sistema di ricerca ed innovazione, lo sviluppo di tutti gli attori industriali lungo la filiera di settore, il rafforzamento della competitività a livello nazionale ed internazionale e la crescita qualitativa e quantitativa dell’occupazione del comparto.