Barletta, contagi tra i docenti: chiuse tre scuole, rinviato l’inizio delle lezioni

Gli istituti in cui sono stati registrati i casi di positività sono le scuole primarie “San Domenico Savio” e “Gianni Rodari” e la secondaria di primo grado “Rita Levi Montalcini”

Sette docenti di tre scuole di Barletta, dell’Istituto comprensivo ‘Mennea’, sono risultati positivi al Coronavirus. Gli istituti in cui sono stati registrati i contagi sono le scuole primarie “San Domenico Savio” e “Gianni Rodari” e la secondaria di primo grado “Rita Levi Montalcini”. Le scuole dovranno restare chiuse per precauzione e rinviare di conseguenza l’apertura, inizialmente prevista per il 24 settembre. I docenti sono stati sottoposti al test sierologico e al tamponeche ha confermato i contagi.

Il caso del rinvio delle lezioni delle scuole di Barletta si aggiunge a quelli registrati nei giorni scorsi. Nel comune di Polignano, il sindaco Domenico Vitto ha rinviato con ordinanza la ripartenza delle lezioni al 28 settembre, in seguito al focolaio di Coronavirus che si è sviluppato nell‘azienda ortofrutticola Sop. La stessa decisione è stata presa dai sindaci di Bitonto, Gravina, Trani, Terlizzi, Adelfia e Cassano Murge. In tutti questi comuni, il rinvio delle lezioni è stato motivato dalla necessità di completare i lavori di ampliamento delle aule e la creazione di percorsi per evitare assembramenti, come previsto dalle norme anti Covid.

Anche a Taranto, il sindaco Rinaldo Melucci ha posticipato con un‘ordinanza l’avvio dell’anno scolastico 2020-2021, da giovedì 24 a lunedì 28 settembre, venendo così incontro alle richieste dei dirigenti scolastici. Il provvedimento, concordato con l‘Ufficio scolastico regionale per la Puglia – Ambito territoriale di Taranto, ‘mira a consetire – come spiegato dal Comune – ai plessi interessati dalla tornata elettorale più serene e ordinate operazioni di ripristino dei luoghi deputati alla didattica.

[Michele Mitarotondo]