Emergenza Coronavirus, in Puglia 76 nuovi casi positivi; un decesso nel Tarantino

Sono 76 i nuovi casi positivi al Coronavirus su un totale di 4.677 test effettuati nella giornata di martedì 15 settembre. Nello specifico, sono stati registrati 34 casi in provincia di Bari, 5 nella Bat, 26 nel Foggiano, 1 nella provincia di Lecce e 10 nel Tarantino, dove è stato anche registrato un decesso. Dall’inizio dell’emergenza, lo ricordiamo, sono stati effettuati 356.216 test, 4.237 sono i pazienti guariti; 1.776 i casi attualmente positivi.

Intanto, i Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie epidemiologiche, con l`obiettivo di rintracciare i contatti stretti dei positivi. Sul numero dei nuovi casi è intervenuto il Direttore generale dell`Asl Bari, Antonio Sanguedolce: “Le positività riscontrate riguardano 23 contatti stretti collegati a casi già isolati e sottoposti a sorveglianza – ha dichiarato – un rientro dalla Grecia, uno dall’Egitto, due dal Trentino e sette casi sui quali sono in corso le opportune verifiche epidemiologiche”. Mentre, il direttore dell`asl Foggia Vito Piazzolla ha evidenziato come tra i 26 casi registrati nelle scorse ore, 15 siano contatti di casi già noti; 8 le persone invece sintomatiche; 2 quelle individuate durante l’attività di screening di pre-ricovero ed un rientro dalla Spagna”. Infine, il direttore generale dell`asl Taranto, Stefano Rossi ha specificato che “Dei 10 casi positivi Covid registrati alcuni sono attribuibili a pazienti visitati dal triage dei medici di medicina generale; altri da contatti, con congiunti positivi, appartenenti al gruppo di lavoratori impegnati in una azienda della provincia di Bari; due sono turisti del nord in vacanza presso una località balneare jonica”. Intanto, il Comune di Polignano ha messo a disposizione dei cittadini un servizio di “di sostegno e consulenza”, con psicologi, educatori e mediatori, attraverso la cooperativa sociale Itaca, per far fronte al focolaio di Coronavirus nell’azienda ortofrutticola Sop. “Per alcuni concittadini – si legge in un post dell`amministrazione comunale pubblicato su Facebook – sono ore di attesa, giorni di paura, è un momento delicato, ma che presto, con la collaborazione di tutti, sarà passato. Per questo, il progetto Famiglie al centro, gestito dalla Cooperativa Sociale Itaca, offre, attraverso i propri psicologi, educatori, mediatori e pedagogisti, un’attività di sostegno e consulenza. Chiunque dovesse averne bisogno può chiamare”.