Comunali 2020 a Matera, il candidato sindaco Luca Braia si presenta con la lista Matera 2029

Matera 2029. E’ questo il nome della lista del candidato sindaco della città dei sassi, Luca Braia. Un orizzonte temporale che parte simbolicamente da quello che è stato un anno di svolta per Matera: l’anno da capitale europea della cultura.

Il tempo necessario, dieci anni, per poter riprogettare – dice Braia – la città attraverso una visione. E Braia, con Matera 2029, ha già in mente delle priorità in tal senso sintetizzate in tre hashtag: il primo è quello dell’identità materana, non in versione campanilistica, ma declinata in orgoglio di appartenenza, in desiderio di raccontare la propria storia.

ll secondo elemento è quella della periferia al centro e del centro in ogni periferia. Bisogna ridare valore – ha detto – a tutti i luoghi della città, attenuando le differenze. E’ necessario restituire dignità a tutti i cittadini del territorio.

Il terzo punto, collegato al secondo, è quello che fa riferimento all’individuo. Nel 1993, i Sassi sono diventati patrimonio dell’umanità; ora, dice Braia, è necessario diventare patrimonio “di” umanità. Il futuro è nella sostenibilità, nei valori e nell’etica. Aspetti che devono ritornare al centro.