Caso Covid al Di Venere, tamponi a personale e degenti dell’Ostetricia sono risultati tutti negativi

Chiusa la nota profumeria in centro a Bari: personale in quarantena

 

Positiva una donna partoriente al Di Venere di Bari, positiva una commessa in una nota profumeria, sempre a Bari, in via Sparano. Ma la lista potrebbe continuare. Così come previsto, i casi positivi al Covid in Puglia aumentano giorno dopo giorno e sono stati individuati anche due focolai: uno nel Salento, l’altro nel foggiano a Cerignola dove due intere famiglie sono attualmente in quarantena dopo la scoperta del caso positivo di 32 persone. Tutti che avevano partecipato a una festa di 18 anni.

 

L’allarme covid in regione si fa sentire e partono così le richieste di tamponi e test sierologici per sentirsi al sicuro. È il caso di tutto il personale e delle degenti dell’Ostetricia e Ginecologia del “Di Venere”, sottoposte a tampone dopo la scoperta del caso positivo nel nosocomio. Tutti negativi. Nel frattempo, la direzione generale Asl ha avviato una verifica interna per appurare se tutti i protocolli di sicurezza, prima, durante e dopo il caso di positività, siano stati rispettati.

 

Precauzionalmente si sta procedendo alla dimissione di tutte le pazienti ancora presenti nell’unità operativa per poter procedere alle ulteriori approfondite operazioni di sanificazione, così da riavviare nella massima sicurezza le ordinarie attività. La nota profumeria del centro a Bari, intanto è stata chiusa e sono state già avviate le operazioni di sanificazione: l’azienda fa sapere che tutto il personale si trova in isolamento domiciliare, anche in questo caso in via precauzionale.