A Potenza la polizia arresta padre e figlio per possesso di armi e stupefacenti

A Potenza due arresti nell’ambito di una operazione antidroga della Polizia di Stato a seguito dei servizi di controllo intensificati dal Questore Tonino Romeo.

Gli agenti, in collaborazione con le unità cinofile di Napoli, hanno sorpreso in flagranza di reato Nicola Sarli, 50 enne, ed il figlio Michele di 28, entrambi ritenuti responsabili di detenzione illegale a fini di spaccio di sostanze stupefacenti, armi da fuoco e munizionamento.
Grazie alle segnalazioni di alcuni cittadini, era emerso che i due, avevano messo in piedi una consistente “piazza di spaccio” ed utilizzavano una baracca in contrada Faloppa, nel capoluogo lucano, come luogo di occultamento della droga e delle armi. Nell’attività di perquisizione, eseguita con l’ausilio del piccolo “Pocio”, un Jack Rassel, rinvenuti e sequestrati cocaina, marijuana, una pistola revolver, una semiautomatica, un fucile ad aria compressa ed armi da taglio, oltre a diverso munizionamento e 3.250 euro in denaro contante.
L’operazione estesa anche ai loro domicili ha permesso di rinvenire ulteriori quantitativi di droga. Denunciata a piede libero un’altra persona e segnalazione alla Prefettura nei confronti di una giovane donna. I due uomini sono stati associati al carcere potentino, su disposizione del PM presso la Procura della Repubblica.