Capitale italiana della Cultura 2021, la città Metropolitana di Bari propone candidatura unica

Non basta solo avere un importante patrimonio artistico, per vincere è indispensabile dimostrare di voler puntare sulla cultura in qualsiasi ambito, dall’ambiente allo sviluppo infrastrutturale, toccando il welfare, la qualità di vita dei residenti e temi come quello dell’antimafia. Per questo motivo, il sindaco della città metropolitana di Bari, Antonio Decaro, al fianco del suo vice Michele Abbaticchio ha proposto una candidatura unica a capitale italiana della cultura del 2021 che metta dentro tutti i 41 Comuni dell’area metropolitana, perchè “se cresce Bari, crescono tutte le altre realtà della provincia”. Un invito, quindi, alla città di Molfetta a ritirare la propria candidatura, rivestendo un ruolo di rilievo all’interno del dossier che dovrà essere presentato al Ministero entro il 2 marzo.