Taranto presto sede di un corso di laurea in Medicina. Melucci: “Abbiamo investito 1,5 mln di euro”

Il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci

A partire dal prossimo anno accademico 2019/2020 Taranto sarà sede di un corso di laurea in Medicina, aperto nella città dei Due Mari dall’Università di Bari ‘Aldo Moro’. Per raggiungere questo importante obiettivo, hanno lavorato insieme la Regione Puglia e l’Università – con il rettore Antonio Felice Uricchio e il presidente della Scuola di Medicina, Loreto Gesualdo – assieme al Comune di Taranto e alla Asl. All’annuncio del governatore Michele Emiliano, il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, ha risposto ringraziandolo “per aver sposato da subito questa iniziativa del Comune di Taranto ed averla rafforzata sino al traguardo finale”. “Sono davvero lieto – ha sottolineato il primo cittadino – di apprendere che l’accordo di programma che abbiamo sottoscritto e finanziato con circa 1 milione e mezzo di euro mesi fa con l’Università degli Studi Aldo Moro abbia nei fatti costituito, come era nelle intenzioni originarie, il fondamento sul quale istituire finalmente il corso di laurea magistrale in medicina e chirurgia a Taranto”. Il corso di laurea magistrale a ciclo unico in Medicina e Chirurgia, 60 studenti al primo anno, arriva a Taranto, spiega la Regione, “nell’ottica di un potenziamento del sistema sanitario nel territorio ionico, da tempo sottoposto a criticità ambientali, ed in considerazione del quadro di interventi formativi già avviati dall’Università degli Studi di Bari”. Inoltre, per garantire la sostenibilità della nuova sede didattica “la Regione Puglia si impegna ad erogare il finanziamento necessario per il reclutamento di n. 5 Ricercatori universitari” e ad avviare, in accordo con l’Ateneo di Bari, “le procedure finalizzate alla clinicizzazione di posti letto ospedalieri presso il Santissima Annunziata”.