Consiglio regionale lucano: solidarietà a Michele Vita (Aql)

“In attesa che gli inquirenti facciano luce sulle pesanti minacce da parte di ignoti subite dall’amministratore unico di Acquedotto lucano Michele Vita e da un altro dirigente della stessa società pubblica, voglio esprimere a nome dell’intero Consiglio regionale, oltre che personalmente, la solidarietà umana e politica”. Questa la dichiarazione in apertura dei lavori odierni da parte del residente del Consiglio regionale, Franco Mollica.

“Nascondersi dietro l’anonimato per insultare e minacciare – ha aggiunto – è un atto vile che non trova in alcun modo giustificazione. Quello subito da Vita e dal suo collaboratore è un fatto gravissimo e inaccettabile in una società civile e democratica come la nostra”.

Ferma condanna e invito a reagire agli interessati nel perseguimento del lavoro da parte di Mollica, il quale ha evidenziato il compito istituzionale e politico di “far quadrato per evitare ogni forma di imbarbarimento – ha concluso – che rischia sempre di creare tensioni”.

LAVORI CONSILIARI

Via libera nell’ultima seduta del Consiglio regionale lucano al Bilancio Alsia 2017/2019, ai rendiconti 2016 di Arpab, Ardsu, Apt e Parco di Gallipoli Cognato. In particolare, emersa la situazione finanziaria dell’Agenzia Lucana di Sviluppo e di Innovazione in Agricoltura, nel 2017 con pari importo di uscite ed entrate per 17,5 mln di euro e che dovrà completare il processo di dismissione avviato nel 2003 con l’approvazione del Regolamento e provvedere alla gestione del patrimonio nelle more della dismissione. Sul rendiconto finanziario 2016 dell’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente, invece, registrato un risultato di esercizio positivo pari a 2,1 milioni di euro, mentre il conto economico dell’Agenzia Regionale di Promozione Territoriale riporta un risultato di esercizio positivo pari a 301 mila euro.

A seguire, sì dai banchi ai contributi di solidarietà per gli emigrati in America Latina per il 2017: ovvero 80 mila euro destinati alla fornitura di opere, beni e servizi e sussidi in denaro per interventi di carattere sanitario e scolastico. Saranno concessi a favore delle Federazioni delle Associazioni degli emigrati lucani e Associazioni operanti nell’area fino ad un massimo di 40 mila euro per ciascun progetto presentato e che sarà rendicontato. Infine, approvata a maggioranza anche una variazione del bilancio finanziario per il triennio 2017/2019 del Consiglio regionale per spese di natura obbligatoria e per garantire il rispetto del vincolo sulle spese di missione.

Sul piano politico, il già capogruppo del PD Giuzio ha invece bollato come “punzecchiature di un ape” la volontà poi risultata vana del consigliere di Forza Italia, Napoli, di accelerare verso il tanto atteso voto sul rinnovo dell’Ufficio di Presidenza. Capitolo in ghiaccio da mesi e sul quale il nome del papabile Pace di Area Popolare rischia di fare solo fumata nera.