“Una Corte d’appello per Regione”. Ecco, il criterio che salverebbe la Basilicata.

Still0411_00000“Una regione, una Corte d’appello” è questo il principio che potrebbe salvare il distretto lucano dalla paventata soppressione, ipotizzata all’interno della riorganizzazione della geografia giudiziario. Un principio che andrà però valutato in relazione ad altri parametri, quali ad esempio quello demografico. E’ quanto emerso dall’incontro organizzato oggi dal Comitato per la Salvaguardia della Corte d’appello di Potenza che ha sottoposto “a setaccio filologico” il testo che la Commissione Vietti ha consegnato al Ministro della Giustizia per procedere al riordino dell’ordinamento giudiziario, di cui i tagli potrebbero esserne parte. Per ora dunque, seppur lo scenario sembra salvare il distretto lucano, non è ancora il momento di tirare un sospiro di sollievo e gli ordini professionali continuano a mantenere alta la guardia. “stiamo sensibilizzando le istituzioni affinchè non si assista ad una nuova soppressione, come accaduto per il tribunale di Melfi e la sezione distaccata del tribunale di Pisticci- ha detto il Presidente distrettuale dell’ordine degli avvocati di Potenza – sui precedenti tagli, ad oggi non sappiamo quali siano stati i vantaggi economici da parte del governo”.