Presentata la XVIII edizione del Premio letterario nazionale Carlo Levi

carlo levi Giunge alla sua diciottesima edizione il premio letterario nazionale “Carlo Levi”, l’evento dedicato alla scrittore, artista e uomo politico torinese confinato ad Aliano dal regime fascista nel 1935, sepolto nel cimitero del piccolo centro materano e autore, tra i tanti libri, del celebre “Cristo si è fermato ad Eboli” . La cerimonia di consegna, il 31 di Ottobre proprio ad Aliano; un messaggio quello leviano sempre attuale come dice il fondatore della manifestazione, Don Pierino Di Lenge, ossia quello di un invocato “riscatto e protagonismo del territorio”. Quest’anno, saranno premiati Giuseppe Catozzella per la “Narrativa Nazionale”, con “Non dirmi che hai paura”, Tahar Ben Jelloun per la Narrativa Straniera con Creatura di sabbia, Il razzismo spiegato a mia figlia, Partire. Giuseppe Colangelo per la Narrativa Regione Basilicata, con “Creta Rossa”. Per la sezione Tesi su Carlo Levi premio a Nabil Zaher per il lavoro “Riflessi del Mezzogiorno nell’opera narrativa di Carlo Levi”. Premio speciale per la testimonianza storica anche al cantautore Vinicio Capossela per il “Il paese dei coppoloni”. “Il metro di giudizio utilizzato per scegliere i premiati ha dichiarato Raffaele Nigro – scrittore e Presidente di giuria è quello della scrittura antropologica e anche di reportage sociale, si tratti di autori che guardano al mondo circostante”. Una edizione quella di quest’anno che coincide con tre ricorrenze importanti, 80 anni dal confino di Carlo Levi, 70 dalla prima edizione del Cristo si è fermato ad Eboli e 40 dalla sua morte. “Tante le iniziative in tal senso già messe in campo ed in programma fino a Maggio”. Appuntamento quindi il 31 ottobre dalle 10 e 30 fino alle 16 e 30 presso l’auditorium comunale di Aliano.