Matera, taglio alberi di Via Annunziatella. Dura la replica di Legambiente

taglio alberi via annunziatella“Quando si ammazzano degli essere viventi, come gli alberi di Via Annunziatella a Matera, non si è mai davanti ad una operazione opportuna e intelligente, si è sempre di fronte ad un intervento o di arroganza o di stupidità”. A parlare è Pio Acito, disaster manager e Presidente di Legambiente Matera, in riferimento all’abbattimento avvenuto nelle scorse ore nella città dei Sassi di alcuni storici alberi della centralissima Via Annunziatella e motivato dall’assessorato ai lavori pubblici del Comune con la troppa inclinazione dei tronchi e i relativi problemi futuri di sicurezza che questa avrebbe potuto creare. “In realtà – dice Pio Acito – non c’è una vera e propria motivazione – l’Assessore troverà qualcuno che gli certifichi la pericolosità degli alberi o la malattia della pianta. La realtà è che quegli alberi si sono inclinati un po’ alla volta nel corso di 50 – 60 anni, quindi si sono adeguati al vento. Qualcuno – aggiunge Acito – deve spiegare anche perchè a cadere sono principalmente gli alberi dritti. Quando ho visto l’abbattimento di queste piante – sottolinea il Presidente di Legambiente Matera – immediatamente con la mente ho pensato ai terroristi dell’Isis che a diecimila chilometri abbattono con le mazze le statue. Questi alberi sono i monumenti miei e dell’intera comunità. Non si possono eliminare in questo modo. Questo non fa parte di un percorso culturale. Insegniamo ai bambini a piantarli– conclude Acito – e poi diamo questi esempi: un taglio netto con la motosega in pieno centro”.