“Uniti per una giusta pace in Medioriente”, prima tappa a Potenza

Un momento dell'esibizione dei Mamma Cannibale

Un momento dell’esibizione dei Mamma Cannibale

Musica live, teatro, poesie e proiezioni. Sono stati questi gli elementi di “Uniti per una giusta pace in Medioriente”, mini tour ideato dalla band Mamma Cannibale e tenutosi per la prima tappa al Sunset Glamour di Potenza con l’obiettivo di denunciare la barbarie in atto tra Israele ed il popolo palestinese.

Oltre ai noti artisti musicali in tuta arancione, capitanati da Franky Centola, hanno offerto il proprio contributo altri nomi della scena lucana quali Giovanni Castelli, Valerio Zito e Danilo Vignola. Accompagnato da degustazioni gastronomiche, l’evento ha visto la partecipazione dell’Osservatorio Astronomico di Anzi, di giovani fumettisti potentini ed artigiani con prodotti a chilometro zero.

Replica già questa sera, nei pressi di Pignola, con altri artisti ma la stessa volontà di dire basta alle prepotenze e che nell’ultimo periodo hanno causato centinaia di vittime nella sola Striscia di Gaza.