“Vergogna 707”, Santarsiero contro Trenitalia

30-11-13_Trenitalia_disagi

La Stazione Centrale di Potenza

POTENZA – Siamo stati facili profeti. A circa 24 ore di distanza dall’ultimo comunicato a firma del consigliere comunale di Potenza all’opposizione, Giuseppe Molinari, il quale aveva richiamato l’attenzione sul tema, è arrivato l’ennesimo caso sulla cattiva gestione dei collegamenti ferroviari in Basilicata e nello specifico sulla tratta Roma – Potenza – Taranto.

Alle 21.30 di sabato 30 novembre, l’Intercity 707 proveniente dalla capitale e diretto a Taranto passando dal capoluogo lucano è rimasto fermo in aperta campagna a pochi chilometri di distanza dalla stazione di Picerno. Un guasto? Il convoglio era perfettamente funzionante e provvisto di tutti i servizi ma – ecco il ripetersi dell’accaduto – pare sia slittato sui binari che dalla stazione di Bella – Muro portano al comune picernese.

Tra i vagoni si è pensato all’ennesimo ritardo ma le 184 persone, tra cui 5 bimbi ed un disabile, hanno fatto i conti con una attesa interminabile di due ore, al termine del quale si è provveduto al traino della locomotiva mediante una motrice proveniente da Salerno e del trasbordo degli utenti  in bus e taxi. Tra sgomento e rabbia, anche le avverse condizioni meteo hanno condizionato l’intervento notturno.

A ribattezzarla la “vergogna del 707” ci ha pensato il Sindaco di Potenza, Vito Santarsiero, il quale ha appreso e commentato in diretta la notizia sui suoi profili social facebook e twitter.

“E’ solo la goccia che fa traboccare un vaso già pieno dei troppi disservizi già segnalati” ha scritto il primo cittadino del capoluogo, ed ha aggiunto “sembra cronaca di un secolo fa, è emergenza collegamenti”. Santarsiero ha subito contattato i viaggiatori e soprattutto il Dottor Attanasio di Trenitalia per avere tutte le info del caso. Avuta la certezza degli interventi e assicurazioni sul trattamento riservato agli utenti, ha così sentenziato: “non basterà chiedere scusa, qualcuno dovrà dimettersi”.

Non è che l’ennesimo capitolo di un libro impolverato sulla situazione ferroviaria lucana, bypassata dal recente finanziamento l’Alta Velocità sulla tratta Napoli – Foggia – Bari – Taranto. Qui Santarsiero, appena eletto consigliere regionale si è impegnato a sottoscrivere azioni per “completare l’anello con Taranto – Potenza – Salerno. Si può e si deve fare.”