Il degrado della Casa sul lago. Passato e prospettive.

Miglionico – “La casa sul lago”, la pittoresca costruzione  che domina l’Oasi di San Giuliano, in località Miglionico, versa in condizioni di degrado. Eppure, quando il progetto si realizzò nei primi anni ’80 con due miliardi delle vecchie lire della Cassa depositi e Prestiti, le intenzioni erano ben altre: farne un’area attrezzata, eventualmente un ristorante o anche una struttura ricettiva. “Ed infatti quando tutti i lavori vennero completati ossia nel 1995 circa – dice il Sindaco di Miglionico Angelo Buono – si tentò, con l’affido in gestione alle cooperative di tipo B, di farne proprio un punto ristoro”. La gestione, che aveva anche lo scopo di utilizzare e integrare personale diversamente abile, purtroppo, andò male e dal 2003, ossia da quando l’attività ha cessato di operare, fino ad oggi, il posto è abbandonato a se stesso. Da qui, la decisione dell’Amministrazione di Miglionico di metterla all’asta ad un prezzo di 930.000 euro; ma al momento acquirenti concreti nessuno. Forse il prezzo è troppo alto – viene da pensare –  ma il sindaco di Miglionico Angelo Buono fa notare, anche un altro aspetto, “è vero che la cifra che si chiede non è bassa ma è anche vero che se oggi  un privato acquistasse dei terreni in questa zona per farne un ristorante o una struttura ricettiva difficilmente, dato che siamo in un’area sottoposta a tanti vincoli non ultimo quello paesaggistico, riceverebbe le opportune autorizzazioni. Nell’attesa che delle proposte di acquisto o di nuova gestione arrivino all’Amministrazione comunale di Miglionico, il Sindaco Angelo Buono, pur nelle ristrettezze economiche in cui versa il Municipio, ha promesso che cercherà di mettere almeno in sicurezza la zona inibendone, per quanto è possibile, l’accesso a terzi. Questo per evitare altri episodi vandalici come quelli verificatisi nel mese di Gennaio 2012.