Più vicina la riconferma di Bardi ma continuano le interlocuzioni

Continuano gli incontro nel centrodestra per capire se sarà ancora Vito Bardi il candidato di coalizione

Come si immaginava dall’incontro romano tra i rappresentanti di Fratelli d’Italie e Forza Italia, non è uscita ancora nessuna certezza sulla riconferma di Vito Bardi come candidato di coalizione per le prossime elezioni regionali, la cui data dovrebbe essere per fine aprile, nella settimana che dal 21 al 28.

Nessuna riconferma dunque, ma dall’incontro, definito interlocutorio, sembra che da Fratelli d’Italia ci sia stata una possibile apertura al Bardi bis, opzione però condizionata da una netta impronta importante meloniana nella scelta degli uomini del generale.

I parlamentari di Fratelli d’Italia, infatti, con l’ex assessore all’ambiente della prima giunta Bardi, Gianni Rosa, non hanno mai nascosto, in più occasioni, un disappunto, per usare un eufemismo, su alcune scelte politiche della maggioranza di centro destra regionale, anche attraverso attacchi diretti al governatore.

Ed allora il maggior consenso elettorale del partito di maggioranza relativa parlamentare sarebbe espresso in Basilicata, con un veto su alcuni dei dirigenti che ricoprono ruoli apicali in viale Verrastro.

All’esito dell’incontro, al quale hanno partecipato, oltre allo stesso Bardi, la ministra delle Riforme e coordinatrice regionale di Forza Italia, Elisabetta Casellati, e una delegazione del partito della premier composta dal responsabile organizzazione, Giovanni Donzelli, il senatore Gianni Rosa e il deputato Aldo Mattia, il governatore lucano ha affidato ad un tweet il suo commento sull’esito della riunione.

Questa mattina – ha scritto Bardi – abbiamo avviato interlocuzioni con i rappresentanti dei partiti del centrodestra, ciò che è importante in questo momento è la sua unità. Nei prossimi giorni faremo sintesi nell’esclusivo interesse della Basilicata».