Finanziaria approvata in Senato: per il senatore Rosa “un cambiamento benvenuto per l’Italia”

Nota del Senatore lucano di Fratelli d’Italia Gianni Rosa

Dopo un decennio, l’Italia celebra l’approvazione di una finanziaria ‘politica’ in Senato. Questo sviluppo, segnato da un forte consenso elettorale, rappresenta un netto distacco dagli anni precedenti dominati da governi tecnici. La finanziaria, sotto la guida del Governo Meloni, è stata realizzata nonostante una partenza ostacolata da limitazioni finanziarie significative, come il deficit di 38 miliardi derivante dall’uso del superbonus e l’incremento dei tassi di interesse da parte della Banca centrale.

Tra le misure principali, si annoverano: un taglio del cuneo fiscale da 10 miliardi, una riduzione dell’aliquota dal 25 al 23 per cento per i redditi fino a 28.000 euro, la detassazione dei fringe benefit fino a 2.000 euro, e un aumento di 4 miliardi per il settore sanitario. Inoltre, è previsto un credito d’imposta di 1,8 miliardi per la Zona Economica Speciale nel Mezzogiorno.

Questa finanziaria, definita come non austera ma politica, si propone di non gravare sulle tasche degli italiani, mirando a costruire una visione di un’Italia forte e meritevole per tutti i cittadini.