Regione Basilicata, documenti contabili Egrib, Ater Mt e riparto FUAL: sì da II CCP

L’organismo, presieduto da Braia, ha licenziato il Bilancio di previsione finanziario ‘23-‘25 e il rendiconto generale 2022 dell’Egrib; il bilancio consuntivo 2022 dell’Ater Matera e i criteri di riparto della dotazione finanziaria annualità 2023 del FUAL

La Seconda Commissione consiliare, presieduta da Braia, ha approvato a maggioranza (hanno votato sì Bellettieri, Coviello e Giorgetti, si sono astenuti Braia, Cifarelli e Perrino) il DDL n.157/2023 “Bilancio di previsione finanziario per il triennio 2023-2025 dell’Ente di governo per i rifiuti e le risorse idriche della Basilicata (EGRIB)”– DGR n.662 del 27 ottobre 2023 e il
DDL n.158/2023 “Rendiconto generale per l’esercizio finanziario 2022 dell’Ente di governo per i rifiuti e le risorse idriche della Basilicata (EGRIB)” di cui alla D.G.R. n. 693 del 3 novembre 2023.
Prima della votazione sui due disegni di legge è stato audito il Direttore dell’Ente di governo per i rifiuti e le risorse idriche della Basilicata (EGRIB), Canio Santarsiero, il quale dopo aver fatto riferimento alla critica situazione dell’ente al momento del suo insediamento, “Situazione che è stata ripianata nel tempo. Oltre ai bilanci e rendiconto anche la situazione del personale era carente ed oggi, con la pubblicazione dei concorsi, seppure a tempo parziale, dovremo assumere 7 figure categorie D” ha parlato dei principali progetti che hanno preso il via nel 2023.
“Abbiamo avviato il programma di sostenibilità ambientale – ha detto Santarsiero -. Con il nostro programma siamo presenti negli istituti scolastici della regione; abbiamo sottoscritto un accordo con il Politecnico di Milano per il recupero di energia dalle reti attraverso un brevetto ad hoc; stiamo completando il progetto RETREAT per il trattamento dei reflui con l’Università degli studi della Basilicata. Per quanto riguarda i rifiuti, abbiamo avviato il programma di sostenibilità ambientale e anche su questo tema siamo presenti negli istituti scolastici della regione con un progetto diretto alle nuove generazione”.
Successivamente, l’organismo ha approvato, sempre a maggioranza, (hanno votato sì Coviello, Bellettieri e Giorgetti, contrati Perrino, Braia e Cifarelli) l’atto amministrativo n.365/2023 “Approvazione della deliberazione n.90 del 06/10/2023 dell’A.U. dell’ATER di Matera concernente il bilancio consuntivo esercizio 2022” – Controllo ai sensi L.R. 11/2006 e smi – DGR n.660 del 27/10/2023. Sull’atto è stata audito l’amministratore unico dell’Ater di Matera, Lucrezia Guida che si è soffermata sull’aumento esponenziale delle famiglie in difficoltà abitativa, che – ha precisato – “aggrava ulteriormente una situazione già di per sé drammatica per molti nuclei familiari a basso reddito. C’è bisogno, dunque, di una maggiore offerta di alloggi popolari. La carenza di finanziamenti dello Stato e delle Regioni condiziona il comparto e gli enti che gestiscono un patrimonio dell’ERP ormai vetusto. A tal fine ci si augura che la Regione Basilicata possa ulteriormente incrementare le risorse finanziare a disposizione dell’Ater di Matera nel settore”.
“Tra i lavori ultimati nel 2022 – ha precisato Guida – quelli nei comuni di Policoro, Montalbano Joinico, Miglionico, Calciano e Matera. Nel 2022 sono stati venduti immobili di proprietà dell’Ater di Matera che hanno determinato un incasso di euro 751.312,84 da destinare al reinvestimento per la realizzazione di immobili di nuova costruzione. Per quanto attiene al patrimonio immobiliare dell’Ente, per effetto di nuove immissioni e cessioni, gli alloggi risultano essere 4.554”.
Infine, la Commissione ha approvato a maggioranza (hanno votato sì Bellettieri, Coviello e Giorgetti, si sono astenuti Cifarelli, Braia e Perrino) l’atto amministrativo AA n.366/2023 – “L.R. n.23/2018 – Istituzione del FUAL. Criteri di riparto della dotazione finanziaria annualità 2023” – DGR n.659 del 27/10/2023.
Oltre al presidente Braia, ai lavori erano presenti i consiglieri: Coviello (FdI), Bellettieri (FI), Giorgetti (GM), Cifarelli (Pd) e Perrino (M5s).