trmtv

Trattenimento di cittadino tunisino non convalidato dal Giudice di Potenza

  • Cittadino tunisino richiedente asilo liberato dal Cpr di Palazzo San Gervasio su decisione del giudice Palumbo

    La decisione del giudice del Tribunale di Potenza, Filippo Palumbo, ha destato attenzione. Non è stata convalidata la decisione del questore di Forlì di trattenere un cittadino tunisino, richiedente asilo, presso il Cpr di Palazzo San Gervasio a Potenza. La notizia, come riportato dal sito di Repubblica, è stata confermata da Angela Maria Bitonti, referente per la Basilicata dell’Associazione per gli Studi Giuridici sull’Immigrazione

    Pasquale Pepe – senatore Lega

    Il tunisino, arrivato in Italia nel novembre del 2022, aveva inizialmente richiesto asilo a Palermo. Tuttavia, una recente richiesta alla Questura di Forlì ha portato al suo trattenimento nel Cpr di Palazzo San Gervasio. Nella giornata di ieri, il giudice Palumbo ha scelto di non convalidare questo trattenimento, sottolineando che il cittadino era in possesso del proprio passaporto. L’avvocato Alessandro Praticò, anch’esso dell’Asgi, ha dichiarato che mancavano le basi minime per procedere con l’applicazione delle procedure di frontiera.

    Le reazioni alla decisione del giudice non si sono fatte attendere. Pasquale Pepe, coordinatore della Lega in Basilicata, ha espresso preoccupazioni riguardo al futuro del cittadino tunisino, augurandosi che non diventi irreperibile o commetta reati. “La responsabilità di chi sarebbe?”, si è chiesto Pepe, riferendosi alle possibili conseguenze della decisione del Tribunale di Potenza.

    Exit mobile version