Braia: valorizziamo la dieta mediterranea con l’agroalimentare lucano

Proposte di legge per la valorizzazione dell’educazione alimentare e la transizione ecologica in Basilicata

La regione di Basilicata potrebbe diventare leader nel settore dell’educazione alimentare, promuovendo la dieta mediterranea e i prodotti locali dell’agroalimentare. Questa è la proposta presentata dai consiglieri regionali Luca Braia e Mario Polese di Italia Viva – Renew Europe, Vincenzo Baldassarre di Idea – Italia al centro e Dina Sileo e Gino Giorgetti del Gruppo misto.

Le due proposte di legge, mirano non solo a valorizzare la dieta mediterranea in Basilicata attraverso l’educazione alimentare e la formazione, ma anche a creare un Piano regionale per la Transizione ecologica. L’obiettivo è fornire alla Basilicata uno strumento strategico per la transizione ecologica e la valorizzazione dei prodotti agroalimentari locali.

Luca Braia, capogruppo Italia Viva – Renew Europe, sottolinea l’importanza di promuovere una dieta sana, basata su prodotti genuini. Questi prodotti, essenziali nella dieta mediterranea, sono un patrimonio Unesco. La Basilicata, con le sue eccellenze ortofrutticole, può divenire capofila di percorsi formativi e informativi.

In Basilicata, regione ricca di ortaggi, frutta e olio extravergine di oliva, si può vivere uno stile di vita in sinergia con l’ambiente. Questa connessione virtuosa tra cibo e salute può diventare un elemento di attrazione per la regione.

La dieta mediterranea è parte integrante dell’identità lucana e italiana. La promozione di un’alimentazione sana può non solo migliorare la salute, ma anche contribuire alla prevenzione di alcune malattie. Braia auspica che l’assessore all’Agricoltura Galella colga le opportunità offerte da queste proposte, al fine di accelerare il loro iter verso l’approvazione.