Puglia, Giunta approva completamento della diga di Saglioccia: sarà finanziata con 5 milioni di euro del Pnrr

La Giunta regionale pugliese ha approvato l’autorizzazione paesaggistica in deroga per il completamento della diga di Saglioccia. A disposizione, cinque milioni di euro del Pnrr, i fondi serviranno agli interventi di manutenzione straordinaria della diga, realizzata negli anni Ottanta e mai entrata in esercizio, con lo sbarramento sul torrente omonimo, affluente di destra del fiume Bradano, ad Altamura, in località Tempa Bianca. L’intervento è finalizzato alla rifunzionalizzazione di tutte le apparecchiature elettromeccaniche ed idrauliche connesse allo sbarramento ai fini dell’avvio degli invasi. Si prevede l’avvio dei lavori già a gennaio 2024 per una durata di 360 giorni. I lavori per la diga furono avviati nel giugno 1977, importo stimato all’epoca pari a 1,7 miliardi di lire, e al 31 dicembre 2014 ne furono eseguiti solo il 56,32 per cento, con una spesa sostenuta lievitata a 30 milioni di euro. La diga di Saglioccia completa il sistema delle dighe destinate a servire i bisogni idrici di Puglia e Basilicata. La diga si inserisce in un sistema secondario di irrigazione per l’agricoltura, attraverso la possibilità di servire 3-4mila ettari di coltivazioni e permettendo così la trasformazione delle colture, col passaggio dalla monocultura del grano alle coltivazioni degli ortaggi, frutteti, uliveti e vigneti.