Ispezione del Ministero dell’Economia sui Conti della Sanità Lucana: il Consigliere PD Cifarelli Chiede Chiarezza e Rigore

Il consigliere dem esprime preoccupazione per la situazione finanziaria della sanità lucana e sollecita trasparenza nelle verifiche

Secondo quanto dichiarato in una nota dall’esponente politico lucano, il Ministero dell’Economia e delle Finanze sta effettuando un’ispezione sui conti pubblici della Sanità lucana, causando febbrili riunioni tra i Direttori Generali e Amministrativi delle Aziende Sanitarie, il Presidente Bardi e il suo cerchio di collaboratori. La situazione finanziaria sembra essere preoccupante, tanto da indurre il rinvio della riunione della Seconda Commissione Consiliare, inizialmente convocata per discutere dei bilanci di esercizio 2021.

I conti al 31 dicembre 2022 appaiono fuori controllo, e si teme un possibile commissariamento della sanità lucana se il deficit di bilancio dovesse superare i 70 milioni di euro. In caso contrario, la Regione dovrebbe sottoscrivere un piano di rientro con il Ministero, incidendo sul bilancio regionale 2023/25 attualmente in fase di approvazione.

Roberto Cifarelli, consigliere regionale del Partito Democratico, denuncia la situazione critica della sanità lucana, attribuendo la responsabilità a Bardi e alle sue scelte politiche e operative. Lunghe liste di attesa, calo della reputazione delle strutture sanitarie e fuga verso ospedali e servizi fuori regione sono alcune delle conseguenze di tali scelte.

Il rappresentante del Partito Democratico continuerà a vigilare e controllare, auspicando rigore da parte dei revisori dei conti delle Aziende, della Regione e del Ministero, al fine di garantire bilanci regolari e veritieri, senza ricorrere a trucchi contabili a discapito del fondo rischi ed accantonamenti.