Basilicata: approvata mozione su aumento personale Ata

Altri sì a numero chiuso università, screening prenatale e cibo

Una mozione, a firma del consigliere Aliandro (Lega), sull’assunzione del personale Ata degli istituti e scuole di istruzione primaria e secondaria, delle istituzioni educative e degli istituti e scuole speciali statali, è stata approvata all’unanimità dal consiglio regionale della Basilicata, che si è riunito oggi a Potenza. Il documento impegna il governatore e la giunta regionale a “farsi parte diligente in sede di Conferenza Stato Regioni per promuovere misure a sostegno dell’assunzione di nuovo personale Ata”. Tra le mozioni approvate anche quella del consigliere Leone (FdI), sottoscritta anche da Sileo (Gm), Leggieri e Perrino (M5s), Quarto e Coviello (FdI), Aliandro (Lega), Braia (IV-RE) per impegnare l’esecutivo regionale “ad adottare iniziative per una revisione delle attuali modalità per l’accesso alle facoltà universitarie sottoposte al cosiddetto numero chiuso, al fine di individuare una soluzione idonea a realizzare un procedimento di selezione basato sul merito” e quella del consigliere Vizziello (Basilicata Oltre) sullo screening neonatale per la diagnosi della atrofia muscolare spinale, dopo la stipula di un protocollo d’intesa con la Regione Puglia. Accolta anche la mozione presentata da Braia e Polese (IV-RE) per estendere i benefici del Bonus Gas alle case canoniche, nonché, a tutti i luoghi di culto e pastorali di proprietà di enti ecclesiastici. L’assise ha approvato anche la proposta del consigliere Quarto (FdI) che prevede il sostegno alle iniziative della Coldiretti contro il cibo sintetico, mentre è stato avviato l’iter con l’iscrizione e l’illustrazione all’assise della mozione presentata dal consigliere Giorgetti (Gruppo misto) sull’implementazione dell’organico dei Pronto Soccorso della regione.