Puglia, dopo il passaggio dei consiglieri regionali ex Pd, attacco al governo regionale di Emiliano da parte di Carlo Calenda

Non le manda certo a dire l’ex ministro Carlo Calenda nei confronti del presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano. Lo spunto nasce dalle stesse dinamiche di passaggio dei consiglieri Amati e Mennea, che vedono i nuovi arrivati in casa Azione convinti di rimanere tra i banchi della maggioranza, con netto scetticismo espresso dalla stessa squadra del governo regionale per voce di Marco Lacarra e Filippo Caracciolo. Atteggiamento stigmatizzato da parte dell’ex ministro, che definisce i commenti provenienti dagli esponenti del Pd come frutto di un governo regionale sempre più incentrato sul ruolo autoritario del presidente Emiliano.

Secondo quanto dichiarato da Carlo Calenda, quando ancora le voci sull’abbandono da parte dei due consiglieri erano ancora indiscrezioni, lo stesso governatore della Regione Puglia avrebbe inviato al leader di Azione la nota congiunta del segretario regionale del Partito Democratico e del capogruppo Filippo Caracciolo.