Basilicata, Primo consiglio regionale post voto

Prima seduta del consiglio regionale della Basilicata dopo il voto dello scorso 25 settembre. Diversi i punti all’ordine del giorno tra i componenti del parlamentino lucano tra cui tre proposte di legge una delle quali sull’introduzione del reddito energetico Regione Basilicata”, nonché una votazione sulla designazione di due consiglieri regionali nel Consiglio di indirizzo della Fondazione Matera 2019, la nomina di un consigliere regionale nel Comitato di coordinamento istituzionale Politiche del Lavoro, l’elezione del Garante regionale dei diritti della persona e la nomina del Presidente dell’Ente di gestione del Parco Naturale Gallipoli Cognato – Piccole Dolomiti Lucane.

Ma a farla da padrona è sta di nuova la questione sanitaria con i componenti del movimento “Unità di crisi” di Basilicata, ancora in attesa di risposte e che hanno prima incontrato in maniera informale l’assessore alla sanità, Francesco Fanelli fuori la sede della Regione per poi seguire la seduta tra il pubblico.

L’assemblea, non appena riunita, ha trattato subito il tema con l’assessore che ha spiegato che la task force predisposta per curare la situazione sta lavorando passando la palla alla commissione al ramo presieduta da Zullino.

Il consigliere venosino però, non c’è stato a essere accusato di aver provocato questa empasse, rimandando le accuse al mittente. La seduta, dopo meno di trenta minuti dal suo inizio, è stata sospesa dopo l’intervento della consigliera Dina Sileo che aveva mosso critiche all’operato di Zullino come presidente della commissione.

Sospensione dunque, riunione dei capi gruppo, e tema che pare sarà di nuovo rinviato.