Sanità: Anelli, deve rimanere al centro dell’agenda politica

“La sanità deve rimanere al centro dell’agenda politica. Non vorrei che la nuova emergenza energetica faccia dimenticare i problemi irrisolti del nostro sistema sanitario, evidenziati durante la fase acuta della pandemia”: lo dichiara Filippo Anelli, presidente della Fnomceo e dell’Ordine dei medici di Bari, a meno di un mese dalle elezioni politiche, ribadendo l’appello in 10 punti lanciato a luglio scorso a tutti i partiti, affinché inseriscano il rafforzamento del Servizio sanitario nazionale tra le priorità del programma elettorale. “Serve – sostiene – un intervento specifico sui professionisti sanitari con la previsioni di un fondo speciale oltre il Pnrr soprattutto per migliorare le condizioni di lavoro e dare una concreta risposta”, continua Anelli. Secondo Anelli, tra le urgenze in Puglia “c’è sicuramente la carenza di personale medico”. Il presidente dell’Ordine sollecita, quindi, “la stipula di un accordo ponte con le associazioni di specializzandi”. Un altro fronte caldo è quello dei pronto soccorso e 118: “Oltre che uno sforzo per migliorare le condizioni di lavoro, serve un’indennità specifica per i medici che lavorano nel pronto soccorso – dichiara Anelli – per rendere attrattivo quel tipo di attività, altrimenti non riusciremo nemmeno in futuro a risolvere le drammatiche carenze di personale”.