Sconto gas, appello di Bardi ai Consiglieri: non approvarlo sarebbe gioco allo sfascio per i lucani

E’ cominciata poco prima di mezzogiorno la riunione straordinaria del Consiglio regionale della Basilicata, inizialmente convocata per le 10.30 per l’esame del disegno di legge della Giunta sulle “Misure regionali di compensazione ambientale per la transizione energetica e ripopolamento del territorio lucano”.

Si tratta delle misure di compensazione decise dalla Giunta nel disegno di legge, anticipato dallo stesso Governatore Bardi in un appello rivolto nei giorni scorsi a tutti i consiglieri regionali. Misure che dovrebbero portare nei prossimi anni a uno sconto, per i lucani, sulla bolletta del gas.

Secondo quanto affermato da Bardi, “la Basilicata potrebbe essere l’unica regione d’Italia a non subire la stangata derivante dall’aumento del gas che travolgerà l’Europa”. Di qui l’appello: “pensare alle prossime elezioni e non al futuro dei cittadini è un calcolo” ha detto il Governatore lucano “che non possiamo permetterci. Diamo tutti un segnale di responsabilità verso i nostri concittadini. Approviamo la legge per dare ai lucani il gas gratis in bolletta”.

“Voglio dire a tutti i lucani che se questa legge oggi non passerà, per le società che erogano il gas non sarà possibile dare alcun beneficio in bolletta. È un’eventualità che non voglio nemmeno prendere in considerazione, perché sarebbe un gioco allo sfascio, una speculazione politica sulla pelle dei lucani, i cui autori dovranno poi assumersi ogni responsabilità”.

All’ordine del giorno della seduta anche una risoluzione per la candidatura a Patrimonio mondiale dell’Unesco dei Cammini del Monte di Viggiano e una mozione sulla situazione dello stabilimento Stellantis di Melfi.