Turi, si dimette la sindaca Tina Resta

“Ho ricevuto attacchi inaccettabili”

“Attacchi guidati da logiche poco chiare”. Sono queste le parole di Tina Resta, che ha deciso di dimettersi dalla carica di sindaco di Turi, carica che ricopriva da tre anni.

Tina Resta annuncia in una nota la sua decisione, raccontando che in questi anni si è spesa ogni giorno con onestà, dedizione e nel pieno e rigoroso rispetto delle prerogative che le norme di legge attribuiscono al ruolo politico e istituzionale dell’amministratore pubblico.

“Gli ultimi avvenimenti – spiega Resta in una nota, riferendosi alla situazione politica a Turi – non hanno potuto che farmi prendere atto dell’assenza delle condizioni politiche atte a consentirmi di continuare a svolgere con serenità un compito che avrebbe richiesto il massimo dell’impegno da parte di tutti”.
L’area politica che si respira in città, ha annullato ogni sforzo finalizzato a raggiungere un accordo politico tra le parti per continuare il suo mandato. “Ritengo moralmente inaccettabile – conclude – dover costantemente riconquistare il pieno mandato conferito dagli elettori, avversato da continui attacchi governati da logiche che non voglio e non posso accettare”.