Regione Basilicata. Lega ritira assessori e chiede “verifica” cdx

Non è una crisi ma una verifica di governo, dopo due anni e mezzo definiti “sufficienti” a guida centrodestra della Regione Basilicata. Martedì 8 febbraio prevista una riunione di coalizione, intanto, consegnate le dimissioni dei membri in giunta: il vicepresidente ed assessore alle Politiche Agricole, Francesco Fanelli, e alle Infrastrutture e Mobilità, Donatella Merra.

Questo l’atto politico della Lega Basilicata, già comunicato al governatore Bardi e poi alla stampa. Obiettivo – è emerso dal commissario regionale del partito, Roberto Marti – cambiare passo nell’azione dell’esecutivo, guardando anche al rinnovo dell’ufficio di presidenza del Consiglio. Sanità e gestione allargata della struttura di missione del PNRR al centro dei punti programmatici che verranno sottoposti agli alleati di Forza Italia e Fratelli d’Italia, quest’ultimi alle prese con la sospensione del direttore generale Arpab, Tisci, trovato positivo al Covid sul posto di lavoro. “Da noi nessun attacco strumentale sul caso – è emerso – ma ci vuole rigore e senso di responsabilità”. Dal senatore Pepe la sottolineatura sulla prosecuzione tutti insieme fino al termine della legislatura: “non è volontà della Lega – ha detto – aprire la coalizione a partiti di centrosinistra”.