Matera, consiglio comunale “salva” Materdomini dalla censura. Unanimità sulla biblioteca

No unanime dal consiglio comunale di Matera alla chiusura della Biblioteca Stigliani. Lavori aperti con la mozione, votata favorevolmente da tutti, del consigliere Doria: “Difendiamo il diritto allo studio. Chiediamo ogni azione utile a scongiurare l’interruzione del servizio pubblico – afferma il consigliere, annunciando la manifestazione di domenica prossima – e chiediamo di recuperare risorse per permetterne il proseguimento”.

Sempre Doria presenta l’altra mozione discussa e ritirata per essere approfondita in Commissione: l’ “Opposizione alla delega in materia di servizi pubblici del ddl Concorrenza a detrimento delle autonomie locali”. Doria invita Anci, Upi e tutti gli enti pubblici a prendere una posizione contro un decreto che “aumenta le differenze tra Regioni, eludendo il principio di sussidiarità, favorendo il privato sul pubblico”. Rinviano il tema in Commissione i consiglieri Patarino, Scarciolla, Schiuma e Sassone: l’argomento “merita approfondimento”, “nell’ottica di garantire la tutela dei diritti dei cittadini”.

Con 6 voti favoreli, 14 contrari e 9 astenuti termina la discussione più lunga. Quella sulla mozione a firma di Casino e altri quattro: la richiesta di censura nei confronti del presidente del Consiglio comunale, Materdomini, per la presunta violazione dell’esercizio delle sue funzioni. Ha firmato, per l’opposizione, una “dichiarazione di intenti”, “antidemocratica e contro lo statuto comunale”, scatenando una questione politica e di numeri, con le dimissioni dai cinquestelle di Parisi passata a Gruppo Misto. A Materdomini, la solidarietà del Movimento. Alla consigliera, quella di chi ha chiesto di tenere separate le questioni politiche da quelle private, e di chi ha sollevato le ancora esistenti problematiche di genere. La consigliera Violetto sostituisce, in fase di votazione, Materdomini che alla fine chiede scusa a chi si sia sentito offeso dalla vicenda.

Tre gli altri temi discussi: l’istituzione concertistica-orchestrale “Città di Matera Capitale europea della Cultura 2019″; la “Costituzione di una Commissione Temporanea per il PNRR” e la richiesta di discussione del Consiglio sulla questione dello studente Patrick Zaki.