Quirinale, oggi il terzo voto

Ancora fumata nera: la seconda chiama per l’elezione del Presidente della Repubblica si conclude con 527 schede bianche. Si ricomincia tutto da zero, in questa terza giornata, ma con uno scenario politico che sembra prendere una nuova forma.
L’incontro di ieri tra i candidati del centrodestra ha portato alla proposta di una rosa di nomi per il Quirinale: Moratti, Pera e Nordio. Lista bocciata dal centrosinistra. “Sono nomi di qualità, li valuteremo senza pregiudiziali”, ha assicurato il segretario del Pd Enrico Letta. Ma dopo l’incontro con il presidente del M5S Giuseppe Conte e il segretario di Articolo 1 Roberto Speranza, da cui non è emersa una ‘contro-rosa’ di centrosinistra, le delegazioni hanno affermato che “pur rispettando le legittime scelte del centrodestra, non riteniamo che su quei nomi possa svilupparsi quella larga condivisione in questo momento necessaria“. Si riparte quindi oggi con gli incontri, alla ricerca di un’intesa.
Ricordiamo che il Capo dello Stato viene eletto dal Parlamento in seduta comune: votano prima senatori, poi deputati ed infine i delegati regionali.