Matera, Volt e Campo democratico sempre più distanti. Volt: “Campo della democrazia non si riduca ad un orticello”

Di seguito la nota integrale di Volt Matera.

Già alcuni mesi fa Volt Matera ha denunciato le operazioni politiche sconsiderate volte a modificare la maggioranza che Amministra il Comune di Matera, che ha portato tre eletti nella lista di Volt a cambiare casacca per iscriversi al gruppo misto il quale ha assunto (attraverso un chiaro abuso politico) la denominazione di “Campo Democratico”, uniformandosi in tal modo alla corrente del Pd che a livello nazionale fa riferimento all’onorevole Gianfranco Bettini.
La tipologia delle manovre che vecchi gruppi di potere hanno messo in atto a scapito di Volt è sempre stata sin troppo chiara, tanto che sin dal mese di luglio – commentando la fuoriuscita del consigliere Franco Di Lecce per approdare in Campo Democratico – avevamo avvertito che avremmo tenuto la guardia alta sui successivi sviluppi politici.
Apprendiamo da una serie di pubbliche denunce che – attraverso un affidamento diretto con determina del dirigente Giuseppe Gaudiano – a gestire i bagni pubblici sarà la società cooperativa “La Formica” il cui amministratore risulta essere un congiunto del citato consigliere. Ferme restando le valutazioni di merito che potranno essere svolte nelle sedi competenti e sulle quali non intendiamo fare valutazioni, restano da affrontare i nodi politici che inevitabilmente si pongono, affinchè non avanzi il sospetto che il campo della democrazia non si riduca ad un orticello.