Voto comuni sciolti per mafia, Tra Puglia e Basilicata urne aperte a Manfredonia, Carmiano e Scanzano Jonico

 

Sette novembre urne aperte per il rinnovo dei consigli comunali e per l’elezione del sindaco nei Comuni sciolti per Mafia. Due i comuni pugliesi interessati e uno in Basilicata. In Puglia si vota a Manfredonia, città più popolosa del Foggiano dove eventualmente si andrà al ballottaggio il giorno 21, e a Carmiano in provincia di Lecce. In Basilicata le consultazioni elettorali si terranno invece nel Comune di Scanzano Jonico.
Per la carica di primo cittadino di Manfredonia concorrono sei persone, due donne e quattro uomini. Oltre 460 i candidati consiglieri. Numeri mai registrati prima. I candidati sono Maria Teresa Valente, con due liste afferenti al centrosinistra; Raffaele Fatone, sostenuto da quattro liste civiche e dal M5S; Gaetano Prencipe, con cinque liste civiche; Gianni Rotice, sostenute da centrodestra; Giulia Fresca, sostenuta da tre liste civiche e Tommaso Rinaldi, candidato con il partito Azione.
Due i candidati invece a Carmiano: Giancarlo Mazzotta e Giovanni Erroi, entrambi sostenute da liste civiche. I candidati alla fascia tricolore a Scanzano Jonico sono invece Mario Altieri, con una lista civica, Rocco Durante, anche lui sostenuto da una civica e Raffaello Ripoli, sindaco in carica prima dello scioglimento.