Matera, il consigliere Schiuma, già candidato sindaco nel Csx, aderisce al PD

“È tempo di rinnovamento dei partiti. Hanno bisogno di riscoprire la loro missione fondamentale di sistemi socio-culturali al servizio della comunità, attraverso l’esercizio della politica come arte e scienza dell’analisi dei bisogni e delle aspirazioni degli uomini e delle donne di ogni età e diversità sociale e culturale così da costruire scenari possibili di futuro”.

E’ con queste parole che a più di un anno dalle elezioni comunali di Matera “che mi hanno visto candidato Sindaco di una compagine di centro-sinistra costituita da liste civiche insieme al Partito Democratico” il professor Giovanni Schiuma matura la decisione di iscriversi al PD  “il partito che ritengo raccolga e porti avanti un’importante eredità storica di idee e passioni politiche di matrice social-democratica, progressista ed europeista”.

“Nello spettro delle forze politiche che rappresentano lo scenario politico nazionale e locale” dice il consigliere “considero il Partito Democratico la comunità politica che ha un’identità e una storia che meglio rappresentano i miei principi, missioni e visioni di crescita della società”.

Di seguito, il resto della nota di Giovanni Schiuma

E’ attraverso il Partito Democratico che ritengo di dover proseguire il mio percorso politico per condividere e disegnare i nuovi orizzonti di sviluppo della nostra comunità, con il mio contributo di passione civica, spirito di missione e professionalità. Occorre dare forza ad una nuova stagione di rinnovamento e trasformazione superando metodi e contenuti del passato che segnano il passo di fronte ad una società che appare sempre più disillusa e distaccata dalla politica. Serve recuperare nuove forze e rinnovate energie per una nuova stagione politica fondata sulla proposta di contenuti virtuosi, su progetti strategici, sulla meritocrazia, sulla diffusione e salvaguardia della cultura dell’accoglienza e della solidarietà, sullo sviluppo della capacità di intrapresa e di innovazione per guidare le istituzioni verso configurazioni moderne, efficienti e capaci di creare in modo inclusivo e senza sperequazioni valore sostenibile per la società.
La mia adesione al Partito Democratico avviene anche in un momento particolare della vita del partito in Basilicata che si appresta a varare i lavori congressuali e a nominare i nuovi organi che coordineranno il rilancio dell’azione politica dopo un periodo di sconfitte elettorali. Ritengo che non sia più il tempo delle geometrie dei nomi ma quello delle idee e della progettualità ed auspico che il congresso possa avere questo profilo per recuperare la fiducia e la partecipazione della società civile, così come è nel DNA del Partito Democratico. In questa prospettiva intendo profondere impegno e dare il mio contributo ai lavori del congresso e al nuovo corso del Partito Democratico affinché ritorni ad essere il primo partito in Basilicata e motore di sviluppo locale.