Green pass: Decaro, violenze squadriste da condannare

Melucci: solidarietà a Cgil

“Le violenze di Roma non hanno niente a che vedere con il diritto di protestare. Quello è squadrismo e come tale va condannato e combattuto con tutta la forza necessaria”. Lo scrive su facebook il sindaco di Bari e presidente Anci, Antonio Decaro, commentando l’assalto avvenuto nelle scorse ore alla sede della Cgil a Roma.

“C’entrano poco i green pass – continua Decaro – o la libertà di chi ha scelto di vaccinarsi o meno. C’entrano ancora meno la Costituzione e le libertà garantite. La violenza e la “presa” di una città non sono azioni e parole che appartengono allo Stato italiano né tanto meno ai suoi cittadini. Siamo uno Stato fieramente democratico e non ci faremo intimidire”. La condanna delle violenze è stata unanime. Tante le reazioni dal mondo politico. Anche il sindaco di Taranto Rinaldo Melucci ha commentato l’accaduto.“Una protesta assurda contro il ‘green pass’ si è trasformata in una violentissima aggressione davanti alla sede di una sigla sindacale che da sempre rappresenta le lavoratrici e i lavoratori del nostro Paese. – ha commentato Melucci – Voglio esprimere massima solidarietà al segretario nazionale della CGIL Maurizio Landini. La violenza è lo strumento che usano i vili e i vigliacchi per imporsi. Uno strumento osceno davanti al quale dobbiamo ritrovarci ancora più uniti e coesi. E ancora più uniti e coesi dobbiamo condannare quanti hanno accostato alla violenza il nostro tricolore, oltraggiandolo”.