Riparto fondi Feasr 2021-2022, Fanelli: evitate perdite per le Regioni del Sud

“Risultato di un forte lavoro di squadra, insieme agli altri assessori e alle organizzazioni agricole, a difesa dell’agricoltura meridionale”

“L’istituzione di un Fondo compensativo per il riequilibrio finanziario tra i territori regionali a seguito del riparto delle risorse relative al Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale per il biennio 2021 e 2022 è il risultato di un forte lavoro di squadra che mi ha visto impegnato in prima linea insieme ai colleghi delle altre Regioni del Mezzogiorno e con il supporto fondamentale delle organizzazioni professionali agricole”.

Esprime soddisfazione l’assessore regionale alle Politiche Agricole, Francesco Fanelli, commentando il decreto legge recentemente approvato dal Consiglio dei ministri che aggiunge circa 92 milioni di euro quale quota di cofinanziamento nazionale alle risorse Feasr già stabilite per le Regioni.

“Un provvedimento da noi fortemente voluto a difesa dell’agricoltura meridionale e che ristabilisce criteri di equità nella redistribuzione dei fondi. Per il 2021-2022 sono state garantite le dovute risorse – continua Fanelli – e visto il punto di partenza si tratta di un grande risultato per la Basilicata e per il comparto agricolo lucano. Adesso bisognerà, con la stessa determinazione e responsabilità, vigilare sulla corretta e completa attribuzione delle risorse Feasr alla nostra regione per il restante periodo di programmazione 2023-2027”