Consiglio Regionale approva risoluzione all’unanimità, il commento del sindaco Valvano

La Battaglia per la riapertura del palazzo di giustizia di Melfi chiuso nel 2013 unisce la Politica lucana. E’ stata approvata all’unanimità la risoluzione, sottoscritta da tutti i gruppi consiliari, con cui si ipegna il Governo regionale a porre in essere ogni atto per la riapertura del soppresso tribunale di Melfi”. Il consiglio regionale della Basilicata si è riunito l’8 giugno in seduta straordinaria proprio per affrontare il tema. Al Presidente Bardi ogni più ampio potere, affinché sensibilizzi i ministeri competenti e la Commissione interministeriale e i ministri della Giustizia e per il Sud e la Coesione territoriale. Sancito anche l’impegno a reperire le risorse finaziarie per sostenere le spese di funzionamento degli uffici giudiziari.

Approvato all’unanimità anche il disegno di legge avanzato dalla giunta relativo a disposizioni urgenti in materia di settore turistico e di concessioni demaniali marittime. Il ddl modifica e integra le leggi regionali numero 12 e 41 del 2020. In particolare è stato abrogato l’articolo 28 della legge numero 41 poiché oggetto di osservazioni da parte dell’ufficio legislativo del ministero della giustizia e dal ministero per i beni e le attività culturali. La norma era stata segnalata poiché l consentiva il mantenimento delle strutture amovibili per tutto l’anno: disposizione in contrasto con il codice dei beni culturali e del paesaggio. Con la modifica della legge numero 12 è stato stabilito invece che per favorire le attività di strutture ricettive vicine al mare che non dispongono di servizi in sito possono essere rilasciate concessioni di carattere provvisorio e stagionale con validità di un anno.