Emiliano: “Consiglio a Renzi di non fare cadere il Governo”

Le mosse del leader di Italia Viva riaccendono la tensione con il presidente pugliese

C’eravamo tanto amati, oppure no. Il risveglio di Matteo Renzi che mette in ansia il Governo Conte con fantasmi di crisi al buio (e i dubbi di Mattarella sulla possibilità di far nascere un altro esecutivo senza tornare alle urne) hanno provocato la levata di scudi di Michele Emiliano, nel doppio ruolo di difensore a spada tratta del premier e di nemico giurato del leader di Italia Viva. “Penso di poter dare un buon consiglio sia a Renzi sia al popolo italiano, cioè di tirar dritto e di non far cader il governo, e di proseguire il lavoro. Questa è la cosa più importante”, ha detto Emiliano nelle ultime ore. “Sinceramente vorrei vedere le facce degli italiani di fronte ai discorsi di Matteo Renzi che nel pieno di una pandemia, del piano vaccinale, della progettazione del Recovery fund, della ripresa delle scuole, l’unico pensiero che ha in testa è di far cadere il governo”. Emiliano ha aggiunto che Renzi “ha provato innanzitutto a far cadere me durante quest’ultima campagna elettorale: non ha fatto una bella figura durante le elezioni”. “Questo governo – per Emiliano – in questo momento non ha sostanzialmente alternative”. “Se cadesse – ha concluso – si rischierebbe veramente di andare alle elezioni ma in un momento pazzesco, che peraltro prelude all’inizio delle procedure, non semplici, per la rielezione del presidente della Repubblica”. “Io penso che Conte in questo momento sia l’unica alternativa per questo Paese. Quindi penso che è inutile andare alle elezioni per rieleggere Conte, o per eleggere Conte. Tanto vale tenerselo e non fare cadere il governo, è più rapido”.