Coronavirus in Basilicata, duro scontro tra maggioranza e opposizione in Regione

Alla vigilia del passaggio in zona arancione della Basilicata, scoppia non del tutto inatteso un duro scontro tra l’ex governatore Pittella e l’attuale presidente della Regione Basilicata Vito Bardi.

Martedì mattina in una conferenza stampa “in remoto” indetta dai consiglieri del PD Roberto Cifarelli e Marcello Pittella sul “Piano nazionale di ripresa e resilienza” gli esponenti di minoranza in Regione hanno ricordato che, nei giorni scorsi, la Giunta regionale ha presentato alla Conferenza Stato-Regioni “una semplice lista della spesa, per 13 miliardi di euro su un totale di 209: è evidente” hanno aggiunto “la selezione delle priorità la faranno altri.

Poi, rispondendo ad una nostra domanda sul passaggio della Basilicata dalla zona gialla a quella arancione, la dura accusa di Pittella ai rappresentanti della Giunta regionale: “colpevoli e inadempienti sotto il profilo politico, istituzionale e morale” Cifarelli più mite “conferma la disponibilità a collaborare anche se” dice “finora non è stata mai presa in considerazione del presidente Bardi e dagli altri esponenti della maggioranza”.

La prima risposta arriva a stretto giro dall’assessore Gianni Rosa che rigettando “ai mittenti le loro accuse” ha detto che quello dei due dem è un maldestro tentativo di dimostrare l’esistenza in vita da parte di una classe politica, la cui eredità pesa ancora come un macigno sulla nostra regione”.

Ma è nel corso dell’intervento in Consiglio regionale del presidente Bardi che il dibattito si accende, anche nei toni.