Scuola: Sasso (Lega): “Banchi a rotelle in Puglia ma ora inutili”

 “I banchi giacciono desolati con studenti a casa in Dad, costano intorno ai 200 euro al pezzo”

Continuano le polemiche legate al mondo della scuola. Questa volta a far discutere sarebbe l’acquisto di banchi con le rotelle arrivati in alcune scuole, ma inutilizzabili. A denunciare questa situazione è il deputato pugliese della Lega Rossano Sasso, membro della commissione Cultura della Camera dei deputati. “Come testimoniato da una foto inviata da un Istituto superiore di Bari, – spiega Sasso – posso esultare: finalmente sono arrivati i banchi a rotelle, ma adesso non servono più. Giacciono desolati nei corridoi delle nostre scuole, senza studenti che sono a casa in Dad”. Lo dice in una nota. “Costano – aggiunge – intorno ai 200 euro al pezzo da moltiplicare poi per altre scuole, dove si verificano quotidianamente casi analoghi, e via via per milioni di studenti di tutte le scuole italiane. Una cifra totale che supererebbe il miliardo di euro. Forse sarebbe il caso di sospendere le consegne di questi inutili banchi, ed utilizzare i soldi per acquistare tablet per la didattica a distanza”. “Molte famiglie ne sono sprovviste – sottolinea Sasso – circa il 25% degli alunni ha difficoltà a seguire la Dad”. Il deputato leghista si chiede anche “quanti posti in più di terapia intensiva si sarebbero potuti realizzare in Puglia, e nel resto d’Italia?”. “Come Lega – conclude – abbiamo già depositato proposte concrete per utilizzare questi soldi in maniera diversa”.